Quantificazione e qualificazione del danno risarcito per gli atti di bullismo da parte degli adolescenti. Nota alle sentenze Trib. Reggio Calabria, sent. n. 1087 del 20 novembre 2020, G.U.G. Stella e Corte d'Appello Milano, 1 giugno 2020. Di Michela Labriola.

Quantificazione e qualificazione del danno risarcito per gli atti di bullismo da parte degli adolescenti. Nota alle sentenze Trib. Reggio Calabria, sent. n. 1087 del 20 novembre 2020, G.U.G. Stella e Corte d'Appello Milano, 1 giugno 2020. Di Michela Labriola.

§ 1. Il caso di Reggio Calabria. § 2. La responsabilità contrattuale della scuola. § 3. Il danno post traumatico da stress. § 4. Il caso di Milano. § 5. La culpa in educando.

Qui il link alla sentenza di Reggio Calabria

Qui il link alla sentenza di Milano

mercoledì, 30 dicembre 2020
Dottrina | Scuola | Minori
Nota di Michela Labriola e approfondimento bullismo per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

§ 1. Il caso

Il tribunale di Reggio Calabria, nella persona del Giudice Unico dott.ssa Stella, ci presenta una bella pagina sul riconoscimento, nel nostro ordinamento, della sofferenza dell’anima. Il caso è quello relativo ad un ragazzino, frequentante le scuole medie, costretto a subire violenze e persecuzioni da parte di due compagni di classe. La gravità di questi episodi ha il suo acme quando, trascinatolo presso i bagni, i bulli lo sottopongono ad un autentico pestaggio che gli causa dei danni fisici di una certa entità. Benché il ragazzo sia stato umiliato e sia ancora dolorante, lascia la scuola al termine delle lezioni minimizzando l’episodio dinnanzi ai compagni e agli insegnanti, tornando a casa da solo con lo scuolabus.

segue

Focus on