Una bussola per il reato di stalking di Valeria Cianciolo

Una bussola per il reato di stalking di Valeria Cianciolo

Una bussola per il reato di stalking

sabato, 12 dicembre 2020
Dottrina | Diritto penale della famiglia
Una bussola per il reato di stalking di Valeria Cianciolo Una bussola per il reato di stalking di Valeria Cianciolo
Cass. Pen., Sez. V, sent. 3 dicembre 2020 n. 34512 - Pres. Sabeone, Rel. Cons. Riccardi Cass. Pen., Sez. V, sent. 3 dicembre 2020 n. 34512 - Pres. Sabeone, Rel. Cons. Riccardi

La nota serve per orientarsi sul reato di stalking. L'occasione è data da una recente sentenza della cassazione penale (n. 34512/2020) che qui si allega, che ha fatto rilevare che per integrare il reato ex art. 612 bis cod. pen., deve scattare quello stato d'ansia ingenerato da comunicazioni invasive della sfera privata, quali sono, invece, gli sms telefonici o i messaggi Whatsapp indirizzati direttamente alla "vittima". Non è invasivo Facebook perchè il social network non è indirizzato, nello specifico, alla vittima e, se il post rientra nei limiti della legittima libertà di manifestazione del pensiero e del diritto di critica, è legittimo.

Focus on