L'improcedibilità dell'azione di disconoscimento per decadenza - Trib. Arezzo, Sent., 24 giugno 2020

L'improcedibilità dell'azione di disconoscimento per decadenza - Trib. Arezzo, Sent., 24 giugno 2020

L'improcedibilità dell'azione di disconoscimento per decadenza

lunedì, 9 novembre 2020
Giurisprudenza | Merito | Filiazione | Riconoscimento / Disconoscimento
Sezione Ondif di Arezzo
Trib. Arezzo, Sent., 24 giugno 2020 - Pres. rel. Labella per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

L'art. 244, 4° comma, c.c., novellato dall'art. 18 del D. Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, per il quale l'azione di disconoscimento della paternità da parte del padre non può essere proposta oltre il quinto anno dalla nascita del figlio. Stante la natura decadenziale del termine previsto dall'art. 244 c.c., che afferisce a materia sottratta alla disponibilità delle parti, il giudice, a norma dell'art. 2969 c.c., deve accertarne ex officio il rispetto, dovendo correlativamente l'attore fornire la prova che l'azione sia stata proposta entro il termine previsto.   Disconoscimento di paternità (azione di) - Rif. Leg. art. 244, co. 4, 2969 c. c..

Focus on