Il provvedimento cautelare che impone il divieto di avvicinamento non deve necessariamente prevedere i luoghi fisici vietati.. Cass. pen., Sent., 01 ottobre 2020, n. 27271

Il provvedimento cautelare che impone il divieto di avvicinamento non deve necessariamente prevedere i luoghi fisici vietati.. Cass. pen., Sent., 01 ottobre 2020, n. 27271

È legittimo il provvedimento che, ex art. 282-ter c.p.p., obblighi il destinatario della misura a mantenere una certa distanza dalla persona offesa, ovunque questa si trovi, senza specificare i luoghi oggetto del divieto, essendo tale provvedimento cautelare rivolto a tutelare il diritto della persona offesa ad esplicare la propria personalità e la propria vita di relazione in condizioni di assoluta sicurezza, a prescindere, quindi, dal luogo in cui questa venga a trovarsi.

Focus on