La dichiarazione di adottabilità è consentita solo in presenza di fatti gravi - Appello di Bologna, Sez. Civ. per i Minorenni, 12 dicembre 2019

La dichiarazione di adottabilità è consentita solo in presenza di fatti gravi - Appello di Bologna, Sez. Civ. per i Minorenni, 12 dicembre 2019

La dichiarazione di adottabilità è consentita solo in presenza di fatti gravi

venerdì, 6 marzo 2020
Giurisprudenza | Adozione | Merito
Sezione Ondif di Bologna
Corte Appello di Bologna, Sez. Civ. per i Minorenni, sent. 12 dicembre 2019 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il ricorso alla dichiarazione di adottabilità di un figlio minore è consentito solo in presenza di fatti gravi, indicativi in modo certo dello stato di abbandono, morale e materiale, che devono essere specificamente dimostrati in concreto, senza possibilità di dare ingresso a giudizi sommari di incapacità genitoriale non basati su precisi elementi idonei a dimostrare un reale pregiudizio per il figlio.
Il ricorso alla dichiarazione dello stato di adottabilità deve essere, dunque, considerato soluzione estrema da esperire quando ogni altro rimedio appaia inadeguato.
Nel caso in esame, dalle risultanze istruttorie è emerso che non si è escluso che la madre possa acquisire la capacità genitoriale in tempi compatibili con le esigenze del minore. 

Adozione – Opposizione a dichiarazione di adottabilità – Fondatezza – Competenze personali e genitoriali – Incapacità irreversibile – Esclusione – Stato di abbandono morale e materiale del minore – Esclusione - Rif. Leg. artt.1, 8, 16, 17 Legge 184/1983

Focus on