Il rischio contagio rende necessario applicare canoni di massima prudenza e sicurezza. Corte d'Appello di Bari, 16 marzo 2020

Il rischio contagio rende necessario applicare canoni di massima prudenza e sicurezza. Corte d'Appello di Bari, 16 marzo 2020

venerdì, 27 marzo 2020
Giurisprudenza | Affidamento dei figli | Merito
sezione di Bari
Corte d'Appello di Bari, sez. Minori, Est. Labellarte, decreto 16.03.2020 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Minore collocata in comunità - genitori dichiarati decaduti dalla responsabilità genitoriale.Situazione di emergenza dovuta al contagio epidemiologico Codiv-19 - istanza urgente di rientro temporaneo presso l'abitazione familiare.Non può essere accolta - i rientri nelle famiglie di origine non realizzano le condizioni di sicurezza e prudenza ex DPCM 11.03.2020.Sino al 3.04 necessario interrompere visite e rientri, salvo situazioni di insuperabile disagio per il minore - ciò anche al fine di consentire alle comunità e case - famiglia di organizzare adeguatamente gli spazi ove esistenti e  rimodulare i calendari delle visite, con eventuale recupero ad emergenza terminata del rientro non effettuato.

Il Presidente della sezione Minori e Famiglia della Corte di Appello di Bari, con provvedimento monocratico ed atipico nell'ambito di un giudizio avente ad oggetto la revisione di un provvedimento di decadenza dalla responsabilità genitoriale, emesso dal Tribunale per i Minorenni di Bari, si pronuncia su una istanza di rientro dei minori presso i genitori.

Il rigetto dell'istanza è motivato dalla esigenza di realizzare le condizioni di sicurezza e prudenza di cui ai DPCM 9.3.2020 ed all'ancor più restrittivo D.P.C.M.  11.3.2020, per il raggiungimento dello scopo primario di una rigorosa ed universale limitazione dei movimenti sul territorio tesa alla limitazione del contagio, con conseguente sacrificio di tutti i cittadini ed anche dei minori.
* Si ringrazia l'avv. Marilena Lanzellotto, responsabile Ondif regione Puglia. 

Focus on