Il figlio, anche in tenera età, non è cosa propria della madre e tale atteggiamento va sanzionato. Tribunale di Bari, 10 febbraio 2020

Il figlio, anche in tenera età, non è cosa propria della madre e tale atteggiamento va sanzionato. Tribunale di Bari, 10 febbraio 2020

sabato, 29 febbraio 2020
Giurisprudenza | Responsabilità | Merito
sezione di Bari
Tribunale di Bari, Ordinanza 10.02.2020, Est. De Simone per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Giudizio di separazione - ricorso ex artt. 709 4^ comma e 709ter cpc in pendenza di causa - procedimento incidentale.Impedimenti alle visite padre-figlio - episodi di aggressione in presenza del figlio.Funzione preventiva-dissuasiva della norma di cui al 709-ter in relazione a comportamenti che ostacolano il corretto svolgimento delle modalità di affidamento.L'Ordinanza presidenziale imponeva di favorire contatti più frequenti padre-figlio, mentre i comportamenti della madre hanno ostacolato il diritto del figlio a conservare un significativo rapporto affettivo con suo padre.Il consolidamento di un rapporto affettivo padre-figlio rischia di essere compromesso dal comportamento ostruzionistico della madre.Plurimi provvedimenti coercitivo-dissuasivi: ammonimento al rispetto dell'Ordinanza; condanna al risarcimento del danno in favore del figlio; condanna alla sanzione indiretta ex art. 614 bis cpc - €100,00 per ogni violazione comprovata dai servizi; monitoraggio degli incontri a cura dei servizi sociali; condanna alle spese.  

Focus on