Presupposti del riconoscimento del titolo di soggiorno per motivi di coesione familiare. Cass. civ. Sez. I, Sent., 17 febbraio 2020, n. 3876

Presupposti del riconoscimento del titolo di soggiorno per motivi di coesione familiare. Cass. civ. Sez. I, Sent., 17 febbraio 2020, n. 3876

martedì, 25 febbraio 2020
Giurisprudenza | Stranieri | Legittimità
Cass. civ. Sez. I, Sent., 17 febbraio 2020, n. 3876 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In materia di riconoscimento del titolo di soggiorno per motivi di coesione familiare, ai sensi degli artt. 2, 3 e 10 del D.Lgs. 6 febbraio 2007, n. 30, ai fini del rilascio della carta di soggiorno ad un genitore, non appartenente all'Unione Europea, di minore, cittadino dell'Unione, e convivente con cittadina dell'Unione, pur costituendo un presupposto la convivenza tra il familiare non appartenente all'U.E. e la cittadina dell'Unione, residente in Italia, non trattandosi di coniugi, la relazione stabile di fatto tra il partner richiedente la carta ed il cittadino dell'Unione, "debitamente attestata" con "documentazione ufficiale", ai sensi dell'art. 3, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 6 febbraio 2007, n. 30, può essere documentata non esclusivamente attraverso gli strumenti previsti dalla L. 20 maggio 2016, n. 76, in materia di unioni civili, ma vagliando anche l'atto di nascita del minore o altra documentazione idonea.

Focus on