Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • mercoledì 8 gennaio 2020

    sezione di Verona

    Sanzionato l'avvocato che riceve il minore e la di lui madre, decaduta dalla potestà genitoriale nei confronti del ragazzo, senza comunicare la circostanza al difensore del padre. Sentenza CNF del 13 maggio 2019

    Su cortese segnalazione del Collega Vittorio Casara

    E’ stata irrogata la sanzione di mesi 6 di sospensione dall’esercizio della professione all’avvocato che ha ricevuto nel proprio studio il minore [MINORE] di anni 17 con la di lui madre, nei confronti della quale era stato pronunciato provvedimento di decadenza dalla potestà genitoriale da parte del Tribunale per i Minorenni di Venezia con decreto dell'11/6/2007, confermato dalla Corte d'Appello di Venezia con provvedimento del 18/01/2008, e comunicato direttamente al padre del ragazzo, [TIZIO], per raccogliere la volontà del minore di trasferirsi presso la residenza della madre, senza prendere preventivamente contatto con l'avv. [CAIO], che assisteva il [TIZIO]. In [OMISSIS], 7 - 8 novembre 2009”.