A.Cirillo-G.De Curtis. Scelta del genitore collocatario – l'orientamento della Suprema Corte

A.Cirillo-G.De Curtis. Scelta del genitore collocatario – l'orientamento della Suprema Corte

domenica, 29 dicembre 2019
Dottrina | Affidamento dei figli
A.Cirillo-G.De Curtis. Nota a sentenza Cassazione 20 novembre 2019 n. 30191 A.Cirillo-G.De Curtis. Nota a sentenza Cassazione 20 novembre 2019 n. 30191

In materia di affidamento della prole a seguito della disgregazione della coppia genitoriale, pur in regime di affidamento condiviso, il criterio del preminente interesse del minore si pone quale granitico parametro alla cui stregua stabilire chi debba essere il genitore collocatario, alla luce tanto del dettato positivo, che dei consolidati arresti giurisprudenziali.Nell'ordinanza n. 30191 del 20 novembre 2019, i giudici di legittimità hanno, in proposito, posto in evidenza come l'autorità giudiziaria, in sede di valutazione circa il genitore più idoneo ad essere collocatario della prole, debba formulare un giudizio prognostico circa "le capacità dei genitori di crescere ed educare il figlio nella nuova situazione determinata dalla disgregazione dell'unione (…) in base ad elementi concreti del modo in cui i genitori hanno precedentemente svolto i propri compiti, delle rispettive capacità di relazione affettiva, attenzione comprensione, educazione e disponibilità ad un assiduo rapporto, nonché della personalità del genitore, delle sue consuetudini di vita e dell'ambiente sociale e familiare che è in grado di offrire al minore, fermo restando, in ogni caso, il rispetto del principio della bigenitorialità, da intendersi quale presenza comune dei genitori nella vita del figlio, idonea a garantirgli una stabile consuetudine di vita e salde relazioni affettive con entrambi, i quali hanno il dovere di cooperare nella sua assistenza, educazione ed istruzione", con indirizzo analogo a quello già espresso in precedenti pronunce.
leggi tutto

Focus on