Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • sabato 7 dicembre 2019

    In caso di sospensione della pena condizionata al pagamento dell'assegno di mantenimento, non va apposto alcun termine ulteriore. Cass. pen. Sez. I, Sent., 22 novembre 2019, n. 47649; Pres. Iasillo, Cons. Rel. Fiordalisi

    In caso di sospensione della pena condizionata al pagamento dell'assegno di mantenimento, non va apposto alcun termine ulteriore, essendo il soggetto tenuto al versamento della contribuzione alle condizioni contenute nella sentenza civile.

    Detto termine, per il principio di obbligatorietà ed effettività della pena, costituisce un elemento essenziale della concessione del beneficio, la cui inosservanza è causa di revoca della sospensione della pena in sede esecutiva a norma dell’art. 674 c.p.p.