Le ritorsioni fra genitori meritano condanna pecuniaria, nonché tutte la attività utili alla ripresa delle relazioni genitori-figli. Tribunale di Trieste, 4 ottobre 2019

Le ritorsioni fra genitori meritano condanna pecuniaria, nonché tutte la attività utili alla ripresa delle relazioni genitori-figli. Tribunale di Trieste, 4 ottobre 2019

sabato, 2 novembre 2019
Giurisprudenza | Interesse del minore | Merito
sezione di Trieste
Tribunale di Trieste, ordinanza 4 ottobre 2019 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In pendenza di un procedimento penale a carico di un padre per presunti abusi sessuali sulla figlia minore, il giudice della separazione ha ritenuto di non dover adottare in sede civile alcun provvedimento limitativo o restrittivo delle visite padre-figlia ed ha confermato in via provvisoria l'affidamento condiviso delle figlie minori ad entrambi i genitori, oltre a disporre un percorso di sostegno psicologico per le minori ed un intervento dei Servizi Sociali per favorire incontri liberi tra il padre e la figlia.D'interesse l'ampio spettro dei provvedimenti adottati. Il Tribunale infatti:
  • condanna ex art. 709 ter cpc entrambi i genitori alla sanzione amministrativa pecuniaria di euro 1000 per i comportamenti che in egual misura hanno ostacolato le modalità di affidamento stabilite dal Tribunale.
  • ritenuto, sulla base di una delibazione sommaria, che la moglie goda di un ingente patrimonio, revoca il contributo al mantenimento già disposto in via provvisoria.
  • quanto all'istanza di deposito di documenti video in cd-rom / dvd, visti i limiti del sistema telematico, rilevato che la prova documentale non necessita di previa ammissione, autorizza la produzione non telematica

*Si ringrazia l'avv. Roberta Rustia, presidente della sezione di Trieste

Focus on