La volontà del testatore va individuata con riferimento all'esame globale della scheda testamentaria stessa. Corte d'Appello Catania, Sez. II, Sent., 17 aprile 2019 - Presidente Dipietro - Cons. rel.  Escher

La volontà del testatore va individuata con riferimento all'esame globale della scheda testamentaria stessa. Corte d'Appello Catania, Sez. II, Sent., 17 aprile 2019 - Presidente Dipietro - Cons. rel. Escher

venerdì, 13 settembre 2019
Giurisprudenza | Successioni | Merito
Corte d'Appello Catania, Sez. II, Sent., 17 aprile 2019 - Presidente Dipietro -РCons. rel.  Escher per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In tema di testamento, l'interpretazione dello stesso, cui, in linea di principio, sono applicabili le regole di ermeneutica dettate dal codice in tema di contratti, con la sola eccezione di quelle incompatibili con la natura di atto unilaterale non recettizio del negozio "mortis causa", è caratterizzata, rispetto a quella contrattuale, da una più penetrante ricerca, al di là della dichiarazione della volontà del testatore, che, alla stregua dell'art. 1362 c.c., va individuata innanzitutto con riferimento ad elementi intrinseci alla scheda testamentaria, sulla base dell'esame globale della scheda stessa e non di ciascuna singola disposizione.

Focus on