Il figlio nato da parto anonimo non può conoscere informazioni sulla madre, nemmeno se deceduta e nemmeno in presenza di fratelli e sorelle. Tribunale per i minorenni di Genova, 13 maggio 2019

Il figlio nato da parto anonimo non può conoscere informazioni sulla madre, nemmeno se deceduta e nemmeno in presenza di fratelli e sorelle. Tribunale per i minorenni di Genova, 13 maggio 2019

mercoledì, 11 settembre 2019
Giurisprudenza | Adozione | Merito | CEDU
sezione di Genova
Tribunale per i minorenni di Genova, decreto del 13 maggio 2019 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

L'esistenza di fratelli naturali non legittima l'accesso alle informazioni della madre naturale. Il diniego dell'accesso alle generalità della madre naturale trova il proprio fondamento nella impossibilità di operare un bilanciamento tra i contrapposti interessi tra il ricorrente ed i fratelli/sorelle naturali. Ritenuto imprescindibile l'interesse della madre biologica, nel frattempo deceduta, che aveva scelto il parto anonimo.
Adozione - Diritto all'anonimato - Rif. Leg. Legge 4 maggio 1983, n. 184

Focus on