Rapporti fra genitori non coniugati, la domiciliazione di un minore non può essere disposta per motivi economici. Tribunale di Verona, 2 luglio 2019

Rapporti fra genitori non coniugati, la domiciliazione di un minore non può essere disposta per motivi economici. Tribunale di Verona, 2 luglio 2019

giovedì, 4 luglio 2019
Giurisprudenza | Affidamento dei figli | Merito
sezione di Verona
Tribunale di Verona, decreto 2 luglio 2019, est. Quintiliano Nappi per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

La vicenda sottoposta all'esame del Tribunale di Verona affronta il tema della domiciliazione, richiesta da entrambi i genitori non coniugati, di una minore. La richiesta di domiciliazione, fondata anche su istanze di tipo economico per una maggiore capacità reddituale del padre viene respinta, non essendo state fornite, particolari censure in ordine alla capacità educativa della madre.

Il Tribunale, inoltre, nel determinare l'ammontare del contributo al mantenimento attribuisce rilevanza ad un precedente accordo raggiunto tra i coniugi e respinge la richiesta del genitore obbligato al versamento di detto contributo di ammettere una CTU sulle capacità di reddito e patrimoniali; in particolare, si puntualizza che per ammettere detto mezzo istruttorio occorre evidenziare, con puntuali allegazioni, eventuali aporie tra reddito dichiarato e tenore di vita o il possesso di beni di rilevante valore economico da parte del soggetto di cui si contesta una diversa redditività.

* Si ringrazia l'avv. Barbara Lanza.

Focus on