Mediazione e negoziazione assistita da avvocati hanno ruoli e funzioni diversi. La Consulta li ritiene strumenti efficaci e che possono coesistere senza che vi sia violazione dell'art 3 Cost. Corte Cost., sent. del 7 marzo 2019 n. 97

Mediazione e negoziazione assistita da avvocati hanno ruoli e funzioni diversi. La Consulta li ritiene strumenti efficaci e che possono coesistere senza che vi sia violazione dell'art 3 Cost. Corte Cost., sent. del 7 marzo 2019 n. 97

martedì, 23 aprile 2019
Giurisprudenza | Negoziazione assistita
apri il documento allegato per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Mediazione e negoziazione assistita non determinano disparità di trattamento e disuguaglianza ma possono coesistere nell'ordinamento e hanno funzioni diverse. Non è pertanto accolta la questione di legittimità costituzionale sollevata.La Mediazione infatti ha il compito, fondamentale al fine del suo esito positivo, di assistenza alle parti "nella individuazione degli interessi in conflitto e nella ricerca di un punto d'incontro è svolto da un terzo indipendente e imparziale, nella Negoziazione invece l'analogo ruolo è svolto dai loro stessi difensori: è conseguentemente palese come, pur versandosi in entrambi i casi in ipotesi di condizioni di procedibilità con finalità deflattive, gli istituti processuali in esame siano caratterizzati da una evidente disomogeneità"

Focus on