Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 5 ottobre 2018

    Legittime le indagini della Gdf sui conti correnti dei congiunti sui quali il coniuge ha delega per meglio comprendere le reali disponibilità economiche. Cass. 11 settembre 2018 n. 22089

    Ammesse le indagini della Gdf sui conti correnti di un professionista in sede di separazione personale dei coniugi, ed in particolare anche sui conti correnti della sua famiglia nei quali egli aveva disponibilità di operare con delega. Le indagini infatti hanno portato a comprendere un quadro più chiaro delle disponilità economiche dell'attività del professionista, dato che le somme movimentate anche sul conto corrente dei genitori di lui sono presumibilmente relative alle attività economiche dello stesso.