Residenza prevalente e obbligo di dimora, soluzioni di dubbia legittimità. Corte d'Appello di Venezia, 28 luglio 2018

Residenza prevalente e obbligo di dimora, soluzioni di dubbia legittimità. Corte d'Appello di Venezia, 28 luglio 2018

venerdì, 14 settembre 2018
Giurisprudenza | Affidamento dei figli | Merito
Corte d'Appello di Venezia 28 luglio 2018 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Nell'ambito di un procedimento di affidamento di figlia minore nata da convivenza di fatto ai sensi dell'art. 337 bis c.c. e ss, introdotto a seguito di ricorso avverso la decisione del Tribunale dei minorenni di Venezia che aveva disposto che la minore rimanesse a Feltre (BL) con il padre dalla domenica sera al giovedi, e gli altri giorni con la madre, la Corte d'Appello di Venezia, discostandosi dalle conclusioni del CTU, dispone il trasferimento della residenza della minore a San Donà (luogo indicato dalla madre).

Tuttavia la figlia resta col padre in via prevalente, dalla domenica sera al giovedi pomeriggio, ma impone al predetto (la Corte dice potrà e dovrà stare a San Donà in una casa scelta dalla madre di Iris) un vero e proprio obbligo di dimora in casa affittata dalla madre, scelta da lei a San Donà.

Focus on