Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 30 agosto 2018

    Centrale, nel sistema di accoglienza, il ruolo del tutore volontario. Tribunale per i Minorenni di Palermo, 20 giugno 2018

    L'Italia, con la legge n. 47/2017, ha ottemperato ad obblighi sovranazionali ai fini della istituzione del tutore volontario, il quale riveste un ruolo fondamentale, perché assicura al minore straniero privo dei genitori un riferimento sostitutivo indispensabile, che gli consente di esercitare i suoi diritti in modo effettivo e appropriato, corrispondente ai suoi specifici e individuali bisogni.
    Rilevata l’assenza, nell’elenco distrettuale ex art. 11 l. n. 47/2017, di tutori volontari disponibili, in ragione del numero di tutele già loro assegnate e dell’ubicazione della struttura, lontana dal Comune di residenza dei tutori rimanenti, il Tribunale nomina il Sindaco tutore provvisorio, con l'incarico di trasferire la minore in una struttura situata in una zona del territorio nazionale che consenta la nomina di un tutore volontario.