Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 24 agosto 2018

    sezione di Bologna

    Cass. Civ., Sez. VI, 17 maggio 2017, n. 12333 di Valeria Cianciolo- Avvocato del Foro di Bologna.

    La violenza domestica subita da una donna marocchina ad opera del marito costituisce un trattamento degradante ai sensi dell'art. 14 del D.Lgs. 19 novembre 2007, n. 251 e può giustificare il riconoscimento della protezione sussidiaria se si dimostra che le Autorità Marocchine non sono in grado di offrire adeguata protezione.