Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 9 agosto 2018

    Non ricorribilità per cassazione dei provvedimenti temporanei assunti dal Tribunale per i Minorenni. Cass. ord del 11 luglio 2018 n. 18218

    La Suprema Corte ribadisce che avverso i provvedimenti temporanei nell'interesse del minore, tra cui quelli di collocamento presso una famiglia o una comunità di tipo familiare, seppure resi dalla corte d'appello in sede di reclamo avverso decreti del tribunale, deve escludersi la esperibilità del ricorso straordinario per cassazione ai sensi dell' art 111 della Costituzione. A nulla valendo le interpretazioni relative alla possibile ricorribilità in quanto provvedimenti che comprimono la responsabilità genitoriale poichè, nel caso di specie, i motivi di ricorso non investono statuizioni che in qualche modo attengano alla compressione della responsabilità genitoriale, ma riguardano esclusivamente" errores in procedendo" concernenti il giudizio in corso sullo stato di abbandono, proponibile solo attraverso la impugnativa del provvedimento conclusivo della relativa fase processuale.