Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 2 agosto 2018

    La denuncia di falsi abusi sulla figlia comporta l'addebito della separazione. Cass. 1 agosto 2018 n. 20374

    In un giudizio di separazione il Tribunale di prime cure aveva rigettato le reciproche istanze di addebito.
    La Corte d'appello riformava la decisione addebitando alla moglie la separazione, ritenendo decisivo per la rottura dell'affectio il grave episodio della denuncia da parte della stessa di abusi sessuali commessi del marito nei confronti della figlia, nonostante la consapevolezza della insussistenza di tali fatti e delle conseguenze che il coniuge avrebbe subito.
    Per la Cassazione la denuncia sporta dolosamente dalla moglie ha costituito un vulnus insanabile nella relazione matrimoniale rendendola inevitabile.