Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 26 luglio 2018

    Ricorribile per Cassazione il provvedimento del Tribunale dei Minorenni che disciplina il rapporto fra nonni e nipoti. Anche la nonna "acquisita" può frequentare i nipoti. Cass. del 25 luglio 2018 n. 19779

    Superato preliminarmente il problema della ricorribilità per Cassazione del provvedimento de potestate del Tribunale per i Minorenni in una annosa vicenda che vede contrapporsi i rapporti litigiosi fra tre generazioni di persone, genitori, nonni e nipoti, ritenuto che detto provvedimento possa essere impugnato nanti la Suprema corte di legittimità poichè relativo a situazioni di diritto personalissimo, la Corte amplia anche la possibilità per il familiare di fatto, in questo caso la nonna "acquisita" di ottenere permessi di visita e diritto alla frequentazione del nipote. Sulla scorta di orientamenti recenti della CGUE la Corte ha infatti ammesso che il diritto di visita vada riconosciuto in senso amplio, nei confronti di ogni soggetto che ha legami significativi con il minore, a prescindere dai legami di sangue.