Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 12 luglio 2018

    Non si può scegliere di dare ai figli il contributo di mantenimento che andrebbe versato al genitore con cui convivono. Cassazione del 9 luglio 2018 n° 18008.

    L'uomo onerato dell'assegno di contributo al mantenimento dei figli, che convivono con la madre, anche se maggiorenni,  non può scegliere di consegnare direttamente a loro le somme. L'art 337 septies che conferisce al genitore obbligato questa possibilità, subisce infatti una deroga qualora i figli convivano comunque con la madre. Se non c'è specifica azione nei confronti del padre da parte dei figli, l'obbligato deve continuare a versare le somme alla madre. Altrimenti può esserci azione da eseguire autonomamente da parte sia del genitore affidatario sia del figlio.