Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 2 marzo 2018

    L'utilizzo di un'apposita app per la gestione dei figli può rientrare nelle condizioni di divorzio. Tribunale di Modena 28 dicembre 2017 n° 2259'

    In questo divorzio a domanda congiunta le parti danno atto di una situazione economica pacifica, ma traspare una pesante difficoltà relazionale per quanto concerne la gestione dei figli. I due genitori, evidentemente consci dei propri limiti ed aperti a soluzioni finalizzate ad eliminare il più possibile i motivi di conflittualità, inseriscono quale espressa condizione la comunicazione fra loro mediante un'apposita app (un software utilizzabile sul proprio telefono portatile), facente parte di un progetto particolare, finalizzato a condurre i genitori ad un maggior dialogo nell'interesse dei figli, che rende in qualche modo pubbliche e producibili in giudizio le comunicazioni fra loro.