Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 22 febbraio 2018

    Essere mantenuti con il medesimo tenore di vita che i genitori potevano offrirgli prima della separazione è diritto dei figli. Cass. ord. 19 febbraio 2018 n. 3922.

    La disparità di redditi fra i coniugi e la valutazione degli stessi in ordine ai compiti ed alle esigenze da svolgere nell'interesse dei figli non deve creare loro disagi o limitazioni. L'esigenza dei figli a prescindere dalla separazione dei genitori è direttamente collegata a mantenere le stesse possibilità economiche che avevano in costanza di convivenza coi genitori. L'interesse degli stessi non è meramente legato al raggiugimento di autosufficienza economica per il proprio sostentamento ma verte su altre voci di spesa, come quelle relative alle attività scolastiche, parascolastiche, sportive ed educative. I figli hanno pertanto diritto a mantenere il tenore di vita che i genitori offrivano loro in costanza di matrimonio.