Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 23 febbraio 2018

    Impossibile per l'ufficiale di stato civile trascrivere l'atto di nascita di due minori, nati da fecondazione eterologa e figli di una coppia omosessuale coniugata in Canada. Cass. 22 febbraio 2018 n. 4382

    In merito al riconoscimento del provvedimento giurisdizionale straniero, che dichiarava due minori figli di una coppia di uomini coniugata secondo le leggi canadesi, ci si pone l'interrogativo della possibile delibazione nel vigente ordinamento italiano di una tale disposizione. Con le possibili conseguenze in merito alla delimitazione dell'ordine delle regole di ordine pubblico ed al loro valore intrinseco. Sotto il profilo di legitimità invece vengono a toccarsi questioni attinenti alla carenza di legittimità processuale del sindaco della città, del Ministro dell'Interno e del Procuratore generale. Proprio per tali complesse situazioni vertenti su entrambi i piani di merito e legittimità, la Corte suprema con la presente ordinanza interlocutoria, rimette le questioni riunite al Primo Presidente, per l'eventuale assegnazione alle sezioni unite, ai sensi dell'art 374 cpc, in ragione e per la risoluzione di questioni di particolare importanza.