Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
giovedì 4 ottobre 2018 - Sono On line i fascicoli 1 e 2 relativi al periodo gennaio-agosto 2018 della rivista dell' Osservatorio. giovedì 4 ottobre 2018 - L’Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza ha presentato la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori venerdì 9 novembre 2018 - FORUM 2018. La famiglia e i minori alla Corte di Strasburgo. Le tecniche difensive dinnanzi alla CEDU venerdì 7 settembre 2018 - Proroga al 18 settembre per l’iscrizione al secondo corso in diritto di famiglia della Scuola di alta formazione dell’Osservatorio, Scuola Superiore dell’Avvocatura e Università di Roma Tre. Il corso avrà inizio con il modulo del 28 e 29 settembre 2018 martedì 4 settembre 2018 - Proroga dei termini per l'iscrizione del corso biennale - anno accademico 2018 - 2020 - di specializzazione in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni. venerdì 24 agosto 2018 - Il rapporto di Save the Children sulla condizione dei minori non accompagnati in Italia. Di Valeria Cianciolo venerdì 24 agosto 2018 - Pubblicato indice definitivo della Rivista di Ondif. Anno 2 nn. 1 e 2/18, gennaio-agosto 2018 venerdì 24 agosto 2018 - Il disegno di legge Pillon n. 735 “Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità” Breve nota esplicativa di Claudio Cecchella. venerdì 24 agosto 2018 - L’elzeviro dell’Osservatorio di Valeria Cianciolo. martedì 7 agosto 2018 - Lo stato del d.m. sulle specializzazioni e la Scuola di alta formazione di ONDiF.
  • giovedì 7 dicembre 2017

    La casa di proprietà e la pensione minima non consentono di escludere il diritto all'assegno divorzile della donna ultrasessantacinquenne. Cass. ord. del 5 dicembre 2017 n. 28994

    L' allontanamento dal parametro del tenore di vita come presupposto per disporre il diritto all'assegno divorzile per il coniuge più debole, non esclude che questo non possa essere disposto in caso di oggettiva differenza fra i redditi e fra i beni posseduti, ove la corresponsione della somma non cagioni lesione del reddito eccessiva per il soggetto obbligato.
    Nella specie, la corte territoriale aveva opportunamente valutato le condizioni obiettive economiche dei singoli coniugi secondo il principio che sarebbe poi stato definito quello di autoresponsabilità economica ed appurato che, mentre la donna, ormai non più in giovane età e non più in grado di reperire attività lavorativa, percepiva una pensione di € 400,00 ed era proprietaria della casa in cui viveva e di alcuni fondi terrieri all'estero di scarso valore, l'uomo godeva di maggiore disponibilità economica e poteva corrispondere assegno divorzile all'ex moglie senza che ciò determinasse eccessiva lesione alla sua sfera patrimoniale. Dovuto e congruo viene quindi ritenuto l'assegno da 600,00.= euro all'ex moglie.