Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
giovedì 4 ottobre 2018 - Sono On line i fascicoli 1 e 2 relativi al periodo gennaio-agosto 2018 della rivista dell' Osservatorio. giovedì 4 ottobre 2018 - L’Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza ha presentato la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori venerdì 9 novembre 2018 - FORUM 2018. La famiglia e i minori alla Corte di Strasburgo. Le tecniche difensive dinnanzi alla CEDU venerdì 7 settembre 2018 - Proroga al 18 settembre per l’iscrizione al secondo corso in diritto di famiglia della Scuola di alta formazione dell’Osservatorio, Scuola Superiore dell’Avvocatura e Università di Roma Tre. Il corso avrà inizio con il modulo del 28 e 29 settembre 2018 martedì 4 settembre 2018 - Proroga dei termini per l'iscrizione del corso biennale - anno accademico 2018 - 2020 - di specializzazione in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni. venerdì 24 agosto 2018 - Il rapporto di Save the Children sulla condizione dei minori non accompagnati in Italia. Di Valeria Cianciolo venerdì 24 agosto 2018 - Pubblicato indice definitivo della Rivista di Ondif. Anno 2 nn. 1 e 2/18, gennaio-agosto 2018 venerdì 24 agosto 2018 - Il disegno di legge Pillon n. 735 “Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità” Breve nota esplicativa di Claudio Cecchella. venerdì 24 agosto 2018 - L’elzeviro dell’Osservatorio di Valeria Cianciolo. martedì 7 agosto 2018 - Lo stato del d.m. sulle specializzazioni e la Scuola di alta formazione di ONDiF.
  • martedì 28 novembre 2017

    sezione di Genova

    Il Giudice Tutelare non è il giudice della famiglia, non si occupa di conflitti. Tribunale di Genova, 20 novembre 2017

    La competenza del giudice tutelare, prevista dagli artt. 320 commi 3 e seguenti c.c., presuppone una situazione non conflittuale tra i genitori. Lo si desume anche dal terzo comma di detto articolo, il quale utilizza il termine “i genitori” come soggetti legittimati attivi a richiedere l’autorizzazione del giudice tutelare per compiere determinati atti e l’ultimo comma dell’art. 320 c.c. nello attribuire la responsabilità esclusiva ad uno dei due genitori per il compimento di determinati atti, presuppone non un conflitto tra gli stessi nell’esercizio della responsabilità genitoriale, ma un conflitto di interessi tra un genitore  e i figli.
    Il giudice del conflitto genitoriale è il giudice della famiglia, vale a dire il Tribunale ordinario.
    Per economia processuale vale precisare come l’entità della somma, di cui la ricorrente chiede di poter liberamente disporre a favore del figlio, pari a € 512,34 mensili, è tale che si può ritenere che l’atto giuridico di disposizione rientri nell’ambito degli atti di ordinaria amministrazione che possono essere compiuti dal genitore cui compete l’esercizio della responsabilità genitoriale senza autorizzazione del giudice tutelare.
    Quanto alla richiesta di esercizio esclusivo della responsabilità genitoriale in ordine all’incasso e gestione di tale somma, la domanda proposta al Giudice Tutelare ai sensi dell'art. 320 c.c. va riqualificata come domanda di modifica delle condizioni di divorzio in ordine all’esercizio della responsabilità genitoriale in modalità esclusiva.