Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
giovedì 1 novembre 2018 - Riconosciuti 14 crediti formativi dal Coa di Roma per il Forum Nazionale del prossimo 9 e 10 novembre. giovedì 4 ottobre 2018 - Sono On line i fascicoli 1 e 2 relativi al periodo gennaio-agosto 2018 della rivista dell' Osservatorio. giovedì 4 ottobre 2018 - L’Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza ha presentato la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori venerdì 9 novembre 2018 - FORUM 2018. La famiglia e i minori alla Corte di Strasburgo. Le tecniche difensive dinnanzi alla CEDU venerdì 7 settembre 2018 - Proroga al 18 settembre per l’iscrizione al secondo corso in diritto di famiglia della Scuola di alta formazione dell’Osservatorio, Scuola Superiore dell’Avvocatura e Università di Roma Tre. Il corso avrà inizio con il modulo del 28 e 29 settembre 2018 martedì 4 settembre 2018 - Proroga dei termini per l'iscrizione del corso biennale - anno accademico 2018 - 2020 - di specializzazione in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni. venerdì 24 agosto 2018 - Il rapporto di Save the Children sulla condizione dei minori non accompagnati in Italia. Di Valeria Cianciolo venerdì 24 agosto 2018 - Pubblicato indice definitivo della Rivista di Ondif. Anno 2 nn. 1 e 2/18, gennaio-agosto 2018 venerdì 24 agosto 2018 - Il disegno di legge Pillon n. 735 “Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità” Breve nota esplicativa di Claudio Cecchella. venerdì 24 agosto 2018 - L’elzeviro dell’Osservatorio di Valeria Cianciolo.
  • domenica 26 novembre 2017

    Il Parlamento tenta il colpo di mano sul processo civile. Emendamento Viceconte

    Il Parlamento tenta il colpo di mano sul processo civile.
    Si ha notizia di un emendamento alla manovra economica, condiviso dal Governo, che si ritiene opportuno pubblicare e porre all’attenzione dei soci, con il quale la legislatura vuole offrire un "regalo" all’Avvocatura: la generalizzazione del processo sommario. 
    Il "regalo" appunto è un rito non scritto lasciato alla “prudenza del giudice” che metterà la difesa delle parti all’oscuro sulle regole ab initio e che farà certamente naufragare il processo civile nei tempi biblici della fissazione della prima udienza, ponendo la sua durata sulla persona (spalle?) del giudice. 
    L’Avvocatura e la Magistratura devono reagire all’unisono contro il nuovo caso di “cialtroneria legislativa e vandalismo istituzionale” (parole di Giorgio Costantino). 
    Il processo familiare, perché collegiale, ne è immune, ma ha ben altri mali a cui pensare.