Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
giovedì 4 ottobre 2018 - Sono On line i fascicoli 1 e 2 relativi al periodo gennaio-agosto 2018 della rivista dell' Osservatorio. giovedì 4 ottobre 2018 - L’Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza ha presentato la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori venerdì 9 novembre 2018 - FORUM 2018. La famiglia e i minori alla Corte di Strasburgo. Le tecniche difensive dinnanzi alla CEDU venerdì 7 settembre 2018 - Proroga al 18 settembre per l’iscrizione al secondo corso in diritto di famiglia della Scuola di alta formazione dell’Osservatorio, Scuola Superiore dell’Avvocatura e Università di Roma Tre. Il corso avrà inizio con il modulo del 28 e 29 settembre 2018 martedì 4 settembre 2018 - Proroga dei termini per l'iscrizione del corso biennale - anno accademico 2018 - 2020 - di specializzazione in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni. venerdì 24 agosto 2018 - Il rapporto di Save the Children sulla condizione dei minori non accompagnati in Italia. Di Valeria Cianciolo venerdì 24 agosto 2018 - Pubblicato indice definitivo della Rivista di Ondif. Anno 2 nn. 1 e 2/18, gennaio-agosto 2018 venerdì 24 agosto 2018 - Il disegno di legge Pillon n. 735 “Norme in materia di affido condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità” Breve nota esplicativa di Claudio Cecchella. venerdì 24 agosto 2018 - L’elzeviro dell’Osservatorio di Valeria Cianciolo. martedì 7 agosto 2018 - Lo stato del d.m. sulle specializzazioni e la Scuola di alta formazione di ONDiF.
  • venerdì 19 maggio 2017

    Approvato alla Camera il testo sulla normativa per la lotta al cyberbullismo. DDL 3139 B.

    Anche l'Italia si è finalmente dotata di una normativa in materia di cyberbullismo. La  disposizione di legge, approvata alla camera il 17 maggio u.s. da una definizione di bullismo telematico, che comprende ogni forma di aggressione, molestia diffamazione, furto d'identità, trattamento di dati a danni di un minore, di cui l'ordinamento vigente era sprovvisto.
    Ruoli fondamentali per la tutela dei minori in questa nuova ottica sono affidati al Questore, che, con una forma di "avvertimento", mutuato dal reato di stalking, al soggetto agente, imporrà di cessare la condotta offensiva. Essendo in questo caso il soggetto agente un minore, la convocazione nanti il Questore dovrà avvenire anche in presenza dei genitori.
    Qualora vi fosse la prosecuzione della condotta, allora il procedimento inizierà con le forme previste per il reato penale vero e proprio, con la denuncia o querela della persona offesa. Importante ruolo verrà dato alle scuole ed ai presidi, in un ottica di prevenzione, che dovranno individuare un referente per monitorare ed intervenire nei comportamenti potenzialmente lesivi osservati fra i ragazzi, ed avvisare immediatamente le famiglie. Altra figura estremamente rilevante è rappresentata dal Garante della Privacy, che potrà essere adito dal minore al di sopra dei 14 anni vittima di atti di sopraffazione digitale o da un suo genitore. Essi potranno chiedere al gestore del sito internet o del social media o al titolare del trattamento di oscurare, cancellare o bloccare la diffusione in rete dei contenuti a rischio.