Si segua il criterio della c.d. Maternal Preference, nel migliore interesse della prole. Cassazione, 14 settembre 2016 n. 18087.

Si segua il criterio della c.d. Maternal Preference, nel migliore interesse della prole. Cassazione, 14 settembre 2016 n. 18087.

giovedì, 15 settembre 2016
Giurisprudenza | Affidamento dei figli | Legittimità
Cassazione, sent. 18087 del 14 settembre 2016. per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In un complesso giudizio di separazione, l'affidamento dei minori, di 3 e 5 anni viene confermato nella modalità condivisa con collocamento presso la madre, anche a causa del trasferimento lavorativo della stessa, in una città molto lontana rispetto a quella del padre.
Seppur infatti inizialmente si era strutturato un regime di affidamento condiviso con collocazione alternata dei piccoli, ciò non era allo stato più possibile e, dopo un giudizio suffragato da ctu, attestante le eccellenti capacità genitoriali di entrambi i coniugi, si è stabilito che fosse più opportuno collocare i minori presso la madre.
Il criterio della "Maternal preference" è stato qui utilizzato in modo adeguato e coerente, fondato su elementi concreti.

Focus on