Il delitto passionale determina l'inidoneità del lavoratore alla prosecuzione del rapporto di lavoro. Cass. sez. lav. 23 08 2016 n. 17260

Il delitto passionale determina l'inidoneità del lavoratore alla prosecuzione del rapporto di lavoro. Cass. sez. lav. 23 08 2016 n. 17260

Corte di Cassazione, sez. lavoro, 23 08 2016 n. 17260 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Aggressione e tentato omicidio del partner - condanna penale passata in giudicato - dipendente pubblico - licenziamento per delitto commesso in servizio o fuori servizio connotato da specifica gravità - art. 13 comma 6 lett. b) CCNL 12 giugno 2003 - dovere di integrità morale del pubblico dipendente - condotta extralavorativa improntata quantomeno al rispetto dei valori fondamentali dell'integrità fisica e della vita altrui - venir meno del vincolo fiduciario - sussiste - legittimità del licenziamento per giusta causa.

Focus on