Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 8 luglio 2016

    La revoca del consenso di una parte al divorzio congiunto non determina l'improcedibilità della domanda. Corte d'Appello di Catania, 21 marzo 2016

    Domanda di divorzio ad istanza congiunta - revoca del consenso da parte di un coniuge - non espressa per mancata comparizione all'udienza - sentenza di divorzio impugnata per intervenuta revoca del consenso.
    Natura processuale della domanda congiunta - irretrattabile e immodificabile - non è consentita la rinuncia agli atti di una parte.