Non si può essere considerati troppo vecchi per essere genitori. Cass. sentenza 13435 del 30 giugno 2016.

Non si può essere considerati troppo vecchi per essere genitori. Cass. sentenza 13435 del 30 giugno 2016.

venerdì, 1 luglio 2016
Giurisprudenza | Adozione | Legittimità
Cass. sentenza 13435 del 30 giugno 2016. per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

A pochi mesi di vita, una bambina veniva tolta ai genitori naturali, non più giovanissimi, in seguito ad un episodio di "abbandono di minore" per il quale gli stessi genitori erano stati poi assolti.
Alla dichiarazione di adottabilità della propria figlia, pertanto, gli stessi si erano opposti strenuamente.
Il ricorso  viene accolto. La suprema corte rileva infatti come la sentenza impugnata, tornasse spesso sull'età di genitori, che avevano avuto la bimba "oltre i limiti fissati dalla norma".
La Cassazione infatti precisa che non esista nella legge italiana una previsione che ponga dei limiti di età per mettere al mondo dei figli.
Verificato quindi che "I maturi coniugi avevano dimostrato che la minore non era mai stata in una situazione di pericolo", la Cassazione ha ribadito che andasse annullata la sentenza di adottabilità della bambina.
L'averla allontanata dai genitori in così tenera età ha cagionato in lei un danno enorme, dato che la stessa non riconosceva in quelle persone nei propri genitori, chiamandoli "i signori"
Sul punto la Cassazione ricorda che con la cancellazione dei legami familiari senza una valida ragione vengono lesi i diritti fondamentali della persona tutelati dalla Costituzione e dall'articolo 8 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo posta a garanzia del rispetto della vita privata e familiare.

Focus on