Condanna al risarcimento del danno per la madre che impedisce i rapporti padre-figlia. Corte di Cassazione sentenza n° 5757 del 23 marzo 2016.

Condanna al risarcimento del danno per la madre che impedisce i rapporti padre-figlia. Corte di Cassazione sentenza n° 5757 del 23 marzo 2016.

apri il documento allegato per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Separazione dei coniugi. Figlia minore. Conflittualità elevata per determinazione contributi economici. Richiesta di addebito della separazione al marito da parte della moglie per presunte percosse e lesioni e richiesta di aumnto del contributo economico mensile. Inammissibilità delle richieste per insussistenza dei maltrattamenti e per sussistenza della necessità di aumento di contributo economico. Richiesta di diminuzione del contributo economico da sostenere da parte del padre non accolta.
Progressivo allontanamento della figlia dal padre per creazione legame simbiotico madre e figlia. Condanna della madre al risarcimento del danno nei confronti della stessa. Fra madre e figlia sussistente un rapporto di tipo simbiotico-fusionale e  condivisione di tutte le sfiducie della madre verso il padre, al punto da rendere impossibile comprendere cosa fosse pensiero della madre e cosa fosse pensiero della figlia nelle opinioni nei confronti dell'uomo. Conferma della condanna e mantenimento del contributo economico sussistente.

Focus on