Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 4 febbraio 2016

    Nell'interesse del minore sono necessarie due fasi nella procedura per l'autorizzazione al riconoscimento nanti il T.O. Tribunale di Forlì, sentenza 26 ottobre 2015.

    Convivenza - riconoscimento del figlio – ricorso ex art. 250 c.c. - duplice domanda: sentenza che tenga luogo del consenso mancante e provvedimenti opportuni per affido e mantenimento – opposizione della madre – possibile conflitto d'interessi madre-figlio – onere del ricorrente di presentare domanda di nomina di un curatore speciale per il minore - prova del DNA.

    Nuova competenza del TO – forma di sentenza ex art. 250 c.c. - riconoscimento successivo – necessità di previa sentenza parziale su autorizzazione al riconoscimento – interesse del minore – adozione dei provvedimenti ex artt. 315-bis e 262 c.c. solo a riconoscimento avvenuto – orientamento del Tribunale di Milano – adesione.

    Convivenza - riconoscimento del figlio – ricorso ex art. 250 c.c. - duplice domanda: sentenza che tenga luogo del consenso mancante e provvedimenti opportuni per affido e mantenimento – opposizione della madre – possibile conflitto d'interessi madre-figlio – onere del ricorrente di presentare domanda di nomina di un curatore speciale per il minore - prova del DNA.

    Nuova competenza del TO – forma di sentenza ex art. 250 c.c. - riconoscimento successivo – necessità di previa sentenza parziale su autorizzazione al riconoscimento – interesse del minore