Reciproca richiesta di addebito della separazione all'altro coniuge. Mancanza dei presupposti. Tribunale di Roma 31 luglio 2015.

Reciproca richiesta di addebito della separazione all'altro coniuge. Mancanza dei presupposti. Tribunale di Roma 31 luglio 2015.

venerdì, 29 gennaio 2016
Giurisprudenza | Addebito della separazione | Merito
apri il documento allegato per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Richiesta di addebito della separazione all'altro coniuge da parte di entrambi. Necessario dimostrare l'efficacia causale o concausale del comportamento del coniuge nella violazione dei doveri coniugali che hanno determinato l'intollerabilità della convivenza per parte ricorrente e, per parte resistente, necessario dimostrare che la convivenza già prima della messa in atto di tali comportamenti era di per sè intollerabile.
 Inesistenza della prova di siffatti elementi nel caso di specie.
Nè la presenza dei genitori della moglie presso la casa coniugale per circa due anni nè il tradimento del marito sono sembrati oggettivamente in grado di aver determinato, di per sè soli, l'intollerabilità della convivenza.
La separazione non è pertanto addebitabile a nessuno dei due coniugi.

Focus on