Consentita la successione di adozioni nel tempo di un unico adottando. Tribunale di Milano. Sezione Prima. 25 novembre 2015 n.54.

Consentita la successione di adozioni nel tempo di un unico adottando. Tribunale di Milano. Sezione Prima. 25 novembre 2015 n.54.

venerdì, 15 gennaio 2016
Giurisprudenza | Adozione | Merito
apri il documento allegato per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Adozione di maggiorenne beneficiario di amministrazione di sostegno, già beneficiario di provvedimento di adozione all'epoca della minore età. - Consenso all'adozione "atto personalissimo", adottanda è perfettamente in grado di comprendere le conseguenze dell'eventuale decisione.

La misura di protezione dell'amministrazione di sostegno non priva il beneficiario della capacità di agire, se non per quegli atti che richiedono la rappresentanza esclusiva o l'assistenza dell'amministratore (art. 409 c.c.).... -

Superamento del limite ex art 294 c 2 c.c., per il quale nessuno può essere adottato da più di un soggetto, salvo che gli adottanti siano marito e moglie, perchè legato alla concezione di adozione ante l.184/1983, che ha individuato i confini precisi fra adozione di minorenne e di maggiorenne.

Il vincolo di cui all'art. 294 c.c. (che è senz'altro posto anche nel caso di genitori adottivi premorti), pare troppo rigoroso, e legato al mero mancato coordinamento tra norme, essendo invece auspicabile  che sia il Tribunale a valutare la convenienza dell'adottando.   

 

Il valido consenso prestato, la sussistenza di un legame duraturo e profondo dell' adottante  e dell'adottata che si è esteso anche alla famiglia della adottante, fa si che sussista una reale convenienza alla adozione.

Focus on