Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 11 dicembre 2015

    Disamina art 269 c.c. e sue caratteristiche precipue. il diritto all'oblio della madre naturale, che non vuole essere nominata, deve essere tutelato. Tribunale di Milano 14 ottobre 2015.

    La figlia naturale, invalida civile ed affetta da patologie psichiatriche, che vuole essere riconosciuta dalla madre naturale anche ai fini di ottenere contributo economico per il suo mantenimento, non viene soddisfatta nella sua richiesta.

    Il diritto all'oblio della madre naturale che trenta anni prima l'aveva partorita, ma aveva richiesto, così come riconoscuto dall'ordinamento, di non essere nominata nell'atto di nascita della piccola, viene ritenuto infatti dal tribunale di merito, un interesse prevalente.