La formazione di una nuova famiglia è elemento per la rideterminazione dell'ammontare dell'assegno. Cass. Ordinanza n. 19194 del 28 09 2015.

La formazione di una nuova famiglia è elemento per la rideterminazione dell'ammontare dell'assegno. Cass. Ordinanza n. 19194 del 28 09 2015.

lunedì, 28 settembre 2015
Giurisprudenza | Addebito della separazione | Legittimità
Cass. Ordinanza 19194 2015 del 28 9 2015. Il carattere dispotico della moglie non sia sufficiente a giustificare l'addebito della separazione nei suoi confronti. per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

La separazione non è addebitabile al carattere dispotico e mortificante della moglie. Il tentativo del marito di addebitare il fallimento dell'unione coniugale alle continue mortificazioni subite dalla moglie, finalizzato ad evitare di essere tenuto a corrisponderle un assegno di mantenimento, non ha sortito effetto.

Per la Suprema Corte, infatti, la quantificazione dell'assegno di mantenimento va fondata sulle potenzialità reddituali di entrambe le parti e, pertanto, deve tenere conto di tutti gli elementi oggettivi e degli oneri e delle ulteriori responsabilità delle stesse.

Nel caso di specie, non il carattere dispotico dell'ex moglie ma la formazione di una nuova famiglia da parte dell'ex marito e la nascita di un figlio, era stata la principale circostanza da mettere in relazione con gli altri criteri legali e giurisprudenziali per la determinazione dell'assegno di mantenimento. 

Focus on