La competenza nelle cause di attribuzione della pensione reversibilità al coniuge superstite appartiene al giudice ordinario. - Corte d'appello di Roma, 16 ottobre 2003, n. 4368

La competenza nelle cause di attribuzione della pensione reversibilità al coniuge superstite appartiene al giudice ordinario. - Corte d'appello di Roma, 16 ottobre 2003, n. 4368

gioved├Č, 16 ottobre 2003
Giurisprudenza | Successioni | Merito

- Aspetti processuali -
In ordine alla controversia tra l'ex coniuge divorziato e il coniuge superstite avente a oggetto la ripartizione tra di essi della quota di pensione reversibile va affermata la competenza e giurisdizione del giudice ordinario, in quanto il relativo giudizio riguarda esclusivamente la quantificazione di siffatte quote in applicazione dei criteri stabiliti dalla legge 898/1970 e non involge profili concernenti il rapporto assicurativo e previdenziale con l'ente erogatore, che già corrisponda il relativo trattamento per intero al coniuge superstite e che sia stato chiamato in giudizio al solo fine di rendergli opponibile la sentenza.

Focus on