Il decreto della Corte d'appello sulla revisione delle 

condizioni di divorzio è ricorribile per cassazione solo per violazione di legge. - Cass. sez. I, 3 

giugno 2004, n. 10554

Il decreto della Corte d'appello sulla revisione delle condizioni di divorzio è ricorribile per cassazione solo per violazione di legge. - Cass. sez. I, 3 giugno 2004, n. 10554

- Procedimento -
Avverso il decreto con il quale la Corte di appello pronuncia in sede di reclamo sulla domanda di revisione delle condizioni di divorzio può proporsi ricorso per cassazione ai sensi dell'articolo 111 della Costituzione solo per violazione di legge, mentre l'inosservanza dell'obbligo di motivazione è denunciabile in sede di legittimità solo quando questa si estrinsechi in argomentazioni non idonee a rilevare la ratio decidendi fra loro logicamente incomprensibili o perplesse e sempre che tali difetti emergano dal provvedimento in sé senza alcuna possibilità di verifica della sufficienza e razionalità delle argomentazioni svolte in relazione alle risultanze probatorie.

Focus on