La donazione può essere revocata per fatti di grave 

avversione o animosità. - Tribunale di Napoli, 14 giugno 2004

La donazione può essere revocata per fatti di grave avversione o animosità. - Tribunale di Napoli, 14 giugno 2004

lunedì, 14 giugno 2004
Giurisprudenza | Donazione | Merito

- Revocazione -
Per configurarsi la fattispecie dell'ingiuria grave, che è presupposto della revocazione della donazione, la condotta rilevante deve essere caratterizzata da una specifica manifestazione di avversione ed animosità nei confronti del donante, non essendo sufficiente al contrario una condotta meramente omissiva che per la sua neutralità non appare di norma idonea a dare conto dello specifico animus del soggetto inerte (nel caso deciso, ai convenuti si è imputato unicamente di essersi disinteressati delle sorti dell'attrice e di aver presentato domanda di interdizione del donante).

Focus on