Non è incostituzionale la previsione di una pena molto 

elevata per il reato di alterazione di stato. - Corte cost. 23 marzo 2007, n. 106

Non è incostituzionale la previsione di una pena molto elevata per il reato di alterazione di stato. - Corte cost. 23 marzo 2007, n. 106

venerdì, 23 marzo 2007
Giurisprudenza | Diritto penale della famiglia

- Alterazione di stato (art. 567 c.p.) -
E' inammissibile la questione di costituzionalità dell'art. 567 c.p. sotto il profilo della eccessività della pena (da conque a quindici anni) in quanto la determinazione del trattamento sanzionatorio per condotte penalmente rilevanti rientra nella discrezionalità del legislatore, salvo il sindacato di costituzionalità su scelte normative palesemente arbitrarie o radicalmente ingiustificate, tali da evidenziare un uso distorto di tale discrezionalità che nella fattispecie non è dato ravvisare.

Focus on