È vietata qualsiasi discriminazione tra lavoratori fondata 

sul sesso. - Corte di giustizia CE, 27 maggio 2004, n. 285

È vietata qualsiasi discriminazione tra lavoratori fondata sul sesso. - Corte di giustizia CE, 27 maggio 2004, n. 285

giovedì, 27 maggio 2004
Giurisprudenza | Diritto comunitario

- Parità di trattamento -
Il principio della parità delle retribuzioni tra lavoratori di sesso maschile e lavoratori di sesso femminile, sancito dall'art. 141 del trattato Ce e dall'art. 1 della direttiva 75/117, implica che per uno stesso lavoro o per un lavoro cui è attribuito pari valore è vietata ogni discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda gli elementi e le condizioni della retribuzione, a meno che tale differenza di trattamento non sia giustificata da un obiettivo estraneo a qualsiasi appartenenza ad un determinato sesso o non sia necessaria per raggiungere l'obiettivo perseguito.

Focus on