Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • mercoledì 10 settembre 2003

    L’acquisto di titoli effettuato in comune e pro indiviso entra in comunione ordinaria. - Cass. sez. I, 10 settembre 2003, n. 13213

    - Diritti di credito -
    L’acquisto di titoli del debito pubblico che due coniugi in regime di comunione legale operano ciascuno a proprio nome, in comune e pro indiviso, ricevendone un titolo contestato, è soggetto alla disciplina della comunione ordinaria, con la conseguenza che il singolo contitolare non può disporne da solo per l’intero e costituirli in pegno.