Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • lunedì 27 dicembre 2004

    Nelle controversie aventi ad oggetto la validità dell’acquisto compiuto da un coniuge in comunione non è litisconsorte necessario l’altro coniuge. - Cass. sez. I, 27 dicembre 2004, n. 24031

    - Amministrazione e responsabilità -
    In tema di comunione legale dei beni tra coniugi nelle controversie aventi a oggetto la validità o l’efficacia del titolo di acquisto di un bene, individualmente compiuto da un coniuge in regime di comunione, l’altro coniuge, rimasto estraneo alla formazione dell’atto, e non intestatario del bene, non è litisconsorte necessario, costituendo l’inclusione del bene nella comunione legale un effetto ope legis.