Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 4 febbraio 2005

    La costruzione realizzata su terreno di proprietà di uno dei coniugi non entra in comunione. - Cass, sez. I, 4 febbraio 2005, n. 2354

    - Acquisti esclusi dalla comunione -
    La costruzione realizzata in costanza di matrimonio ed in regime di comunione legale su terreno di proprietà esclusiva di uno dei coniugi è di proprietà esclusiva di quest’ultimo, mentre al coniuge non proprietario che abbia contribuito alla realizzazione della costruzione compete un diritto di credito relativo alla metà del valore dei materiali e della manodopera impiegati nella costruzione (nella specie il principio è stato applicato al caso di ristrutturazione di un immobile già in proprietà esclusiva).