La relazione extraconiugale può essere causa di addebito se 

porta alla separazione. - Cass. sez. I, 1° marzo 2005, n. 4290

La relazione extraconiugale può essere causa di addebito se porta alla separazione. - Cass. sez. I, 1° marzo 2005, n. 4290

- Motivi -
In tema di separazione giudiziale dei coniugi, la stabile relazione extraconiugale di un coniuge costituisce violazione dell'obbligo di fedeltà, con conseguente addebito della separazione al coniuge che ne è responsabile, sempre che sia accertato il nesso causale tra l'adulterio e l'intollerabilità della convivenza (nella specie, la Suprema corte ha ritenuto immune da vizi logico-giuridici la decisione del giudice di merito che ha addebitato la separazione alla moglie, avendo accertato che il fattore causale dissolutivo della convivenza era stato la relazione omosessuale intrattenuta dalla moglie stessa con altra donna).

Focus on